Investimenti per natura

    31.12.2012 31.12.2011
(in milioni di euro)  Totale valori
di bilancio
Composizione
(%)
Totale valori
di bilancio
Composizione
(%)
Strumenti di capitale 15.652 4,6 17.098 5,5
Attività finanziarie disponibili per la vendita 12.980 3,8 14.384 4,6
Attività finanziarie a fair value rilevato a conto
economico
2.672 0,8 2.714 0,9
Strumenti a reddito fisso 274.916 81,1 241.278 77,6
Titoli di debito 243.771 71,9 211.437 68,0
Altri strumenti a reddito fisso 31.145 9,2 29.841 9,6
Investimenti posseduti sino alla scadenza 7.538 2,2 5.293 1,7
Finanziamenti 61.347 18,1 68.030 21,9
Attività finanziarie disponibili per la vendita 197.066 58,2 158.835 51,1
Attività finanziarie a fair value rilevato a conto economico 8.965 2,6 9.120 2,9
Investimenti immobiliari 15.064 4,4 15.322 4,9
Altri investimenti  12.598 3,7 12.458 4,0
Partecipazioni in controllate, collegate e joint ventures 1.692 0,5 1.905 0,6
Derivati  707 0,2 563 0,2
Crediti interbancari e verso la clientela bancaria 9.034 2,7 8.847 2,8
Altri investimenti  1.165 0,3 1.142 0,4
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti  20.589 6,1 24.659 7,9
Totale 338.817 100,0 310.814 100,0
Attività finanziarie dove il rischio è sopportato dagli
assicurati 
53.842   58.312  
Totale investimenti  392.659   369.126  

Al 31 dicembre 2012 il valore complessivo degli investimenti si attesta a € 392.658 milioni (+11,2% a perimetro omogeneo). Gli investimenti di Gruppo si attestano a € 338.816 milioni (+11,1% perimetro omogeneo) e quelli collegati a contratti linked a € 53.842 milioni (+11,8% a perimetro omogeneo).

Nel corso dell’anno il Gruppo, in un contesto di mercato ancora caratterizzato da un’elevata volatilità alimentata anche dalle incertezze sulla ripresa economica e dal perdurare della crisi dell’Area Euro, ha continuato a porre in essere un’attività di de-risking complessiva dei propri portafogli volta a limitare i rischi finanziari, mantenendo al contempo un livello di profittabilità adeguato agli impegni assunti con gli assicurati. A tal fine, sono state finalizzate le azioni volte a ridurre sensibilmente in ciascun Paese di operatività l’esposizione cross-border verso titoli governativi dell’Area Euro, portando a copertura delle passività dei singoli territori titoli della medesima nazione, fatto salvo il principio di congruità valutaria tra impegni e attivi.

Coerentemente alla suddetta strategia finanziaria, l’esposizione verso gli strumenti a reddito fisso registra un aumento attestandosi all’81,1% (77,6% al 31 dicembre 2011) mentre l’incidenza degli strumenti di capitale risulta in flessione, attestandosi al 4,6% (5,5% al 31 dicembre 2011). In contenuto decremento anche gli investimenti immobiliari del Gruppo con la relativa incidenza che si attesta al 4,4% (4,9% al 31 dicembre 2011). In calo, nonostante si mantenga comunque a livelli temporaneamente elevati, l’incidenza della liquidità che si attesta al 6,1% (7,9% al 31 dicembre 2011). Infine, l’incidenza degli altri investimenti, che comprendono principalmente i crediti interbancari e verso la clientela bancaria, le partecipazioni e i derivati, si mantiene sostanzialmente stabile attestandosi al 3,7% (4,0% al 31 dicembre 2011).

In particolare, le quote di OICR sono allocate nelle rispettive asset class sulla base del sottostante prevalente. In particolare, quelli allocati tra gli strumenti di capitale sono pari a € 4.120 milioni (€ 3.638 milioni al 31 dicembre 2011), quelli classificati tra gli strumenti a reddito fisso si attestano a € 9.167 (€ 8.013 milioni al 31 dicembre 2011) mentre le quote comprese tra gli investimenti immobiliari sono pari a € 2.165 milioni (€ 2.240 milioni al 31 dicembre 2011).

I Reverse REPO, pari a € 596 milioni (€ 214 milioni al 31 dicembre 2011), coerentemente con la loro natura di impegni di liquidità a breve termine, sono stati riclassificati nella voce ‘Disponibilità liquide e mezzi equivalenti’. Inoltre, in tale voce sono stati riclassificati anche i REPO, pari a € −1.655 milioni (€ −1.114 milioni al 31 dicembre 2011).

Inoltre, i derivati sono presentati al netto delle posizioni in derivati minusvalenti, pari a € −1.079 milioni (€ −1.975 milioni al 31 dicembre 2011), e dei derivati di hedging che sono classificati nelle rispettive asset class oggetto di hedging.

AllegatoDimensione
Life investment strategy and yields81.95 KB
P&C investment strategy and yields81.19 KB
Quality of FY12 fixed income portfolio73.63 KB
Focus on FY12 government bond portfolio73 KB
Focus on FY12 corporate bond portfolio72.59 KB
Focus on FY12 equity portfolio73.38 KB
FY12 Group real estate assets (1/2)70.59 KB
FY12 Group real estate assets (2/2)68.89 KB