Andamento economico

Risultato operativo
(in milioni di euro) 31.12.2012 31.12.2011 Quarto trimestre
2012
Quarto trimestre
2011
Risultato operativo del segmento danni 1.664 1.561 505 357
Premi netti di competenza 20.700 20.662 4.937 5.295
Oneri netti relativi ai sinistri -14.114 -14.247 -3.165 -3.580
Spese di gestione -5.716 -5.715 -1.421 -1.529
Spese di gestione assicurative -5.699 -5.700 -1.415 -1.527
Altre spese di gestione -17 -16 -7 -2
Commissioni nette 0 0 0 0
Proventi e oneri operativi derivanti da strumenti finanziari a fair value rilevato a conto economico 50 41 16 17
Proventi e oneri operativi derivanti da altri strumenti finanziari 1.031 1.086 268 256
Interessi e altri proventi 1.465 1.569 364 405
Interessi passivi relativi al debito operativo -155 -171 -44 -67
Altri oneri da strumenti finanziari ed investimenti immobiliari -278 -312 -52 -83
Altri costi e ricavi operativi -288 -266 -129 -103
Risultato non operativo del segmento danni -916 -606 -744 -89
Proventi e oneri non operativi derivanti da strumenti finanziari a fair value rilevato a conto economico 30 -34 9 -6
Proventi e oneri non operativi derivanti da altri strumenti finanziari -576 -409 -485 -9
Profitti netti di realizzo da altri strumenti finanziari e investimenti immobiliari 170 244 49 150
Perdite nette da valutazione da altri strumenti finanziari e investimenti immobiliari -746 -653 -534 -158
Altri costi e ricavi non operativi -370 -162 -268 -74
Risultato del periodo prima delle imposte del segmento danni 747 955 -238 268

Risultato operativo: Altre componenti operative

Le altre componenti operative del segmento danni, che includono principalmente le spese di gestione non assicurative, gli ammortamenti su attivi materiali e sui costi pluriennali, gli accantonamenti a fondi rischi ricorrenti e le altre imposte, si attestano a € −275 milioni (€ −236 milioni al 31 dicembre 2011) sostanzialmente a fronte di maggiori imposte indirette.

Risultato non operativo

Il risultato non operativo del segmento danni si attesta a € −916 milioni (€ −606 milioni al 31 dicembre 2011).

In particolare, il peggioramento del risultato non operativo della gestione finanziaria è ascrivibile sia all’incremento delle perdite da valutazione, prevalentemente su portafogli azionari, che si attestano a € −746 milioni (€ −653 milioni al 31 dicembre 2011) che alla flessione dei profitti netti di realizzo, pari a € 170 milioni (€ 244 milioni al 31 dicembre 2011). Beneficiando della ripresa di valore degli investimenti, registrano invece un incremento i proventi netti derivanti da strumenti finanziari a fair value rilevato a conto economico, che si attestano a € 30 milioni (€ −34 milioni al 31 dicembre 2011).

Gli altri costi e ricavi non operativi passano da € −162 milioni al 31 dicembre 2011 a € −370 milioni, di cui € -75 milioni relativi all’ammortamento del valore dei portafogli acquisiti (€ -77 milioni al 31 dicembre 2011), a fronte di maggiori allocazioni a fondi non ricorrenti.