Rating

Monitoraggio da parte dei terzi

Il profilo di rischio del Gruppo Generali, inteso come insieme delle valutazioni inerenti il livello di esposizione complessiva ai diversi rischi, è oggetto di osservazione da parte delle Autorità di vigilanza dei Paesi in cui il Gruppo opera. L’adeguamento al sistema di vigilanza prudenziale Solvency II comporta inoltre un più significativo coinvolgimento delle principali Autorità di Vigilanza dei Paesi europei in cui il Gruppo opera.

Le principali agenzie di rating effettuano periodiche valutazioni sulla solidità finanziaria del Gruppo esprimendo il loro giudizio sulla sua capacità di onorare i propri impegni verso gli assicurati e gli obbligazionisti.

La valutazione viene effettuata sulla base di diversi fattori tra cui i dati patrimoniali ed economici, la posizione concorrenziale del Gruppo nei mercati in cui opera e le strategie sviluppate ed implementate dal management.

Azioni su diversi rating sovrani europei, tra cui quello italiano, sono state la conseguenza della crisi dell’Eurozona: a seguito di tali decisioni, le principali agenzie hanno abbassato il rating assegnato al Gruppo, pur confermandone la solidità grazie alla posizione competitiva, alla diversificazione geografica e distributiva e alle caratteristiche flessibili dei prodotti vita, che servono ad isolare parzialmente il Gruppo dalle tensioni collegate al debito sovrano.

Si evidenzia in particolar modo che il rating del Gruppo Generali si conferma superiore di due notch a quello assegnato al debito sovrano italiano.

Gli attuali rating e outlook assegnati ad Assicurazioni Generali da parte delle principali agenzie sono di seguito illustrati:

Agenzia di rating 2012 Rating Outlook
Standard & Poor's
Negativo
Fitch A- Negativo
AM Best
Negativo
Moody's Baa1 Negativo

Standard and Poor’s aveva posto il rating di Generali sotto sorveglianza (credit watch) nel mese di giugno 2012. Tale condizione è stata risolta nel mese di gennaio 2013, e il rating del Gruppo è stato confermato ad A (con outlook negativo), grazie a fattori quali la forte posizione competitiva e solida performance operativa, unitamente all’impegno del management volto al rafforzamento della posizione di capitale. Si evidenzia in particolar modo che tale rating è superiore di due notch a quello assegnato al debito sovrano italiano.

Moody’s ha altresì ridotto il rating di Generali da A1 ad Baa1 nel mese di luglio 2012, in seguito al downgrade del rating sovrano italiano. L’outlook (negativo) è in linea con quello dell’Italia. Nel mese di dicembre 2012, la stessa agenzia ha posto sotto osservazione (under review) i rating relativi alle emissioni obbligazionarie della Capogruppo Assicurazioni Generali S.p.A. al fine di valutare l’impatto derivante dal progetto di ristrutturazione delle operazioni in Italia sulla sua struttura economica e finanziaria.