3- Riserve tecniche

  Lavoro diretto Lavoro indiretto
(€ milioni) 31.12.2012 31.12.2011 31.12.2012 31.12.2011
Riserve tecniche danni(*) 32.970 33.189 1.506 1.460
Riserva premi 6.417 6.154 168 137
Riserva sinistri 26.148 26.650 1.331 1.319
Altre riserve 405 386 6 4
di cui riserve appostate a seguiti della verifica di congruità delle passività 11 7 0 0
Riserve tecniche vita(*) 299.602 288.208 2.292 2.133
Riserva per somme da pagare 4.822 4.487 862 803
Riserve matematiche 231.673 231.588 1.225 1.085
Riserve tecniche allorché il rischio dell'investimento è sopportato dagli assicurati e riserve derivanti dalla gestione dei fondi pensione 41.048 46.804 20 46
Altre riserve 22.060 5.330 185 199
di cui riserve appostate a seguito della verfica di congruità delle passività 731 1.175 71 92
di cui passività differite verso assicurati 4.000 -12.185 0 0
Totale Riserve Tecniche 332.572 321.398 3.798 3.593

(*)Dopo l'eliminazione intragruppo tra i segmenti.

Nel segmento danni la diminuzione delle riserve tecniche (-0,5% rispetto al 2011) è ascrivibile interamente all’andamento della riserva sinistri, mentre le riserve premi registrano un incremento a seguito dell’aumento della produzione.

Nel segmento vita le riserve tecniche crescono del 4,0%, a seguito della ripresa osservata nei mercati finanziari, che ha determinato un incremento del valore di mercato sia dei fondi legati al business tradizionale che dei fondi legati a polizze unit/index linked.. A perimetro omogeneo (escludendo gli effetti della cessione del gruppo Migdal) l’incremento risulta del 9,7%.

Il totale delle altre riserve tecniche lorde del segmento vita include anche la riserva per partecipazioni agli utili e ristorni pari a 7.365 milioni di euro (7.213 milioni di euro nel 2011) e la riserva di senescenza del segmento vita, che ammonta a 9.630 milioni di euro (9.076 milioni di euro nel 2011).

Riserva sinistri

  Gross direct insurance
(in milioni di euro) 31.12.2012 31.12.2011
Auto 11.315 11.590
Non Auto 14.833 15.059
Persone e aziende 12.391 12.305
Infortuni/Malattia(*) 2.443 2.754
Totale 26.148 26.650

(*)Nel segmento vita è incluso il ramo malattia gestito con criteri propri di tale segmento.

Il 43,3% delle riserve sinistri del lavoro diretto lordo è concentrato nei rami auto, in linea con l’anno precedente (43,5%). Tra i rami non auto, le linee persone e aziende pesano per l’83,5%.

Riserve tecniche e passività finanziarie del segmento vita.

  Importo netto
(€ milioni) 31.12.2012 31.12.2011
Contratti assicurativi 194.721 207.312
Contratti d'investimento con la partecipazioni agli utili discrezionale 87.744 80.165
Totale riserve assicurative 282.464 287.478
Contratti finanziari valutati al fair value 12.650 11.563
Contratti finanziari valutato al costo ammortizato 4.947 4.107
Totale passività finanziarie 17.597 15.670
Totale 300.061 303.148

Il totale delle riserve assicurative include le riserve matematiche e le riserve tecniche allorché il rischio dell'investimento è sopportato dagli assicurati e le riserve derivanti dalla gestione dei fondi pensione al netto dell’ammontare ceduto in riassicurazione (rispettivamente pari a € 231.931 milioni e € 40.907 milioni di euro), nonché l’importo netto della riserva di senescenza del segmento vita pari a € 9.627 milioni (altre riserve tecniche del segmento vita). Nel portafoglio vita i contratti con rischio assicurativo significativo pesano per 64,9% (68,4% nel 2011), mentre i contratti d’investimento con partecipazione agli utili discrezionale rappresentano il 29,2% (26,4% nel 2011). I contratti finanziari nell’ambito di applicazione dello IAS 39 contribuiscono per il 5,9% (5,2% nel 2011) e sono principalmente costituiti da polizze unit/index linked senza rischio assicurativo significativo.

Riserve matematiche e riserva di senescenza del segmento vita

   Lavoro diretto lordo
(€ milioni) 31.12.2012 31.12.2011
Riserva lorda al 31.12 del periodo precedente 240.661 234.246
Differenze di cambio 99 -35
Variazione per premi e pagamenti -2.272 -2.593
Redditi e altri bonus riconosciuti agli assicurati 8.820 9.186
Variazione della componente spese di gestione 33 -23
Trasferimenti alle attività non correnti o di un gruppo in dismissione posseduto per la vendita 0 0
Acquisizioni. disinvestimenti e altri movimenti -6.041 -120
Riserva lorda al 31.12 241.299 240.661

I redditi e gli altri bonus riconosciuti agli assicurati includono la retrocessione di redditi finanziari.

L’impatto dei disinvestimenti include la cessione del Gruppo Migdal.

Riserve tecniche allorché il rischio dell'investimento è sopportato dagli assicurati e riserve derivanti dalla gestione dei fondi pensione

  Lavoro diretto lordo
(€ milioni) 31.12.2012 31.12.2011
Riserva al 31.12 del periodo precedente 46.804 49.386
Differenze di cambio 303 -384
Variazione per premi e pagamenti -199 1.385
Redditi finanziari riconosciuti agli assicurati 4.402 -3.160
Acquisizioni. disinvestimenti e altri movimenti -10.262 -423
Trasferimenti alle attività non correnti o di un gruppo in dismissione posseduto per la vendita 0 0
Riserva al 31.12 41.048 46.804

L’impatto dei disinvestimenti include la cessione del Gruppo Migdal. Al netto di questo effetto, l’incremento delle riserve tecniche allorché il rischio dell'investimento è sopportato dagli assicurati e riserve derivanti dalla gestione dei fondi pensione, evidenzia il recupero  del valore di mercato dei fondi legati a polizze unit/index linked, conseguentemente all’andamento dei mercati finanziari.

Passività differite verso gli assicurati

(€ milioni) 31.12.2012 31.12.2011
Valore al 31.12 del periodo precedente -12.185 -4.362
Differenze di cambio 3 5
Variazione del periodo 16.185 -7.829
Acquisizioni e disinvestimenti -2 0
Valore al 31.12 4.000 -12.185

La variazione del periodo è principalmente dovuta alla forte ripresa di valore registrata principalmente sui portafogli obbligazionari del Gruppo classificati prevalentemente come attività disponibili per la vendita.