4 - Investimenti

Si riporta di seguito la ripartizione degli investimenti per natura.

I commenti sulle specifiche voci di bilancio sono riportati nei paragrafi seguenti.

  31.12.2012 31.12.2011
(€ milioni)  Totale valori di bilancio
Composizione (%)
Totale valori di bilancio Composizione (%)
Strumenti di capitale 15.652 4,6 17.098 5,5
Attività finanziarie disponibili per la vendita 12.980 3,8 14.384 4,6
Attività finanziarie a fair value rilevato a conto economico 2.672 0,8 2.714 0,9
Strumenti a reddito fisso 274.916 81,1 241.278 77,6
Titoli di debito 243.771 71,9 211.437 68,0
Altri strumenti a reddito fisso  31.145 9,2 29.841 9,6
Investimenti posseduti sino alla scadenza 7.538 2,2 5.293 1,7
Finanziamenti 61.347 18,1 68.030 21,9
Attività finanziarie disponibili per la vendita 197.066 58,2 158.835 51,1
Attività finanziarie a fair value rilevato a conto economico 8.965 2,6 9.120 2,9
Investimenti immobiliari  15.064 4,4 15.322 4,9
Altri investimenti 12.598 3,7 12.458 4,0
Partecipazioni in controllate, collegate e joint ventures 1.692 0,5 1.905 0,6
Derivati 707 0,2 563 0,2
Crediti interbancari e verso la clientela bancaria 9.034 2,7 8.847 2,8
Altri investimenti  1.165 0,3 1.142 0,4
Disponibilità liquide e mezzi equivalenti 20.589 6,1 24.659 7,9
Totale 338.817 100,0 310.814 100,0
Attività finanziarie collegate a contratti unit e index-linked 53.842   58.312  
Totale investimenti complessivi 392.659   369.126  

In particolare, le quote di OICR sono allocate nelle rispettive asset class sulla base del sottostante prevalente. In particolare, quelli allocati tra gli strumenti di capitale sono pari a € 4.120 milioni (€ 3.638 milioni al 31 dicembre 2011), quelli classificati tra gli strumenti a reddito fisso si attestano a € 9.167 (€ 8.013 milioni al 31 dicembre 2011) mentre le quote comprese tra gli investimenti immobiliari sono pari a € 2.165 milioni (€ 2.240 milioni al 31 dicembre 2011).

I Reverse REPO, pari a € 596 milioni (€ 214 milioni al 31 dicembre 2011), coerentemente con la loro natura di impegni di liquidità a breve termine, sono stati riclassificati nella voce ‘Disponibilità liquide e mezzi equivalenti’. Inoltre, in tale voce sono stati riclassificati anche i REPO, pari a € −1.655 milioni (€ −1.114 milioni al 31 dicembre 2011).

Inoltre, i derivati sono presentati al netto delle posizioni in derivati minusvalenti, pari a € −1.079 milioni (€ −1.975 milioni al 31 dicembre 2011), e dei derivati di hedging che sono classificati nelle rispettive asset class oggetto di hedging.